La cucina tipica della Sardegna

Tradizione culinaria della Sardegna

Bellezze naturalistiche, tradizioni antiche e meraviglie gastronomiche in Sardegna si incontrano creando un alchimia da sogno che ogni anno riesce ad attrarre una marea di turisti ammaliati dal mare e da tutto quello che l’isola magica sa offrire. Fortemente battuta da un turismo nazionale ed internazionale, la Sardegna propone una gastronomia semplice e gustosa, che si basa su ricette antiche tramandate di generazione in generazione e che ogni provincia ha rielaborato in maniera tale da creare ricette e piatti originali e variegati. Ogni località della Sardegna possiede infatti la propria tradizione culinaria e sfrutta al meglio i prodotti che il territorio offre creando squisiti piatti di terra e deliziose ricette di mare. A garantire varietà in tavola ci pensa soprattutto un territorio che può essere definito come un perfetto microcosmo che offre mare, lagune pescose, montagne ricche e fertili pianure. E dal territorio che i sardi dalla notte dei tempi prelevano gli alimenti genuini che mescolati andranno a creare i piatti tipici della tradizione gastronomica locale.

Antipasti

Fra gli antipasti più sfiziosi ricordiamo i salumi misti prodotti artigianalmente, dal gusto deciso e forte, il prosciutto crudo e il formaggio pecorino rigorosamente sardo. Un pasto che si rispetti non potràiniziare senza olive e senza verdure necessariamente servite freschissime. Gli antipasti di mare invece offrono altrettanta varietà fra granchi, cozze, arselle, vongole veraci, patelle e datteri di mare, chiocciole e ricci, aragoste, polpo e la famosissima bottarga di muggine di Muravera.

Pane e Pasta
La tradizione sarda anche quando si parla di pane o di pasta vanta un’amplissima varietà. Le donne isolane grandi produttrici di paste fresche o secche e di pani tipici che nell’aspetto somigliano molto di più a delle opere d’arte uniche nel loro genere utilizzano sempre il medesimo ingrediente di base per ogni produzione: la semola di grano duro. Saràcon questa che si confezioneranno i famosissimi malloreddus, il pane carasau noto anche con il nome improprio di carta da musica vista il suo delicatissimo spessore, la fregola un tempo lavorata a mano in forma di piccole e gustose palline cotte al forno, o ancora i culurgionis con ripieno di freschissima ricotta. Si tratta solo di alcune specialità della cucina tradizionale sarda che il turista in visita avrà la possibilità di gustare accompagnate da un ottimo bicchiere di vino e allegra compagnia.

I Secondi
Il piatto di carne forse più conosciuto della Sardegna è il maialetto allo spiedo, arrostito sulla fiamma viva e reso ancora più gustoso grazie ai profumati rami di mirto. Seguono il capretto e la pecora più spesso bollita dal gusto deciso e forte. Fra i secondi piatti che il visitatore a Muravera potrà gustare non è da dimenticare la grigliata mista di pesce rigorosamente freschissimo prelevato direttamente dal pulitissimo mare di cristallo contro il quale si affaccia.

I Salumi e Formaggi
Specialisti anche nel confezionamento dei salumi i sardi da che mondo è mondo utilizzano ingredienti genuini ma soprattutto semplici. Alimenti tipicamente impiegati sono il sale, poche spezie che aiuteranno la stagionatura e la carne di maiale o di cinghiale particolarmente gustosa soprattutto nel caso di animali di montagna.
Fra i salumi più consumati la salsiccia secca o affumicata merita un primato importante. Non manca mai sulla tavola isolana e viene comunemente servita come antipasto fra i più gustosi affiancata agli squisiti formaggi locali.
Questi ultimi vengono prodotti con latte ovino o caprino e fra le tipologie più note sicuramente è da ricordare il pecorino sardo, amato sul territorio sia nazionale che internazionale e che di recente ha acquisito il titolo di prodotto Doc.

I Dolci
Eccezionalmente ricca di prodotti dal gusto inconfondibile anche la pasticceria tradizionale sarda non passa certo inosservata. Per ogni occasione ogni regione della Sardegna propone dolci indimenticabili, dalle forme insolite e ricercate, una gioia per il palato e una festa per l’occhio.
L’ingrediente che sta alla base di moltissimi dolci tipici è la mandorla, con la farina della quale si preparano gli squisiti amaretti, panciuti dolci sormontati da frutta candita o frammenti di mandorle. Anche is pabassinas si preparano utilizzando la preziosa mandorla, con in aggiunta l’uvetta passa e la sapa, il vin cotto sardo.
I Vini e Liquori
Altro capitolo importante della gastronomia isolana è quello da riservarsi interamente ai vini. La tradizione vinicola in Sardegna è antica come la notte dei tempi e questo ha consentito oggi la produzione di nettari di altissima qualità che negli ultimi decenni hanno conosciuto fortissimi miglioramenti. Robusti e dalla gradazione molto alta i vini isolani ben si associano con arrosti e carni dal gusto importante. Fra i più conosciuti ed apprezzati il Cannonau, il Vermentino, il Nuragus e la Monica insieme alla Malvasia.
Il pasto non potrà chiudersi senza la degustazione di uno dei liquori più caratteristici, il mirto prodotto bianco o rosso a seconda delle bacche impiegate. Particolarmente gustosa anche l’acquavite, meglio nota come filu e ferru o abba ardente.

Be Sociable, Share!
Traduzione

Contatta Agenzia
LAST MINUTE
Last Minute - Offerte Speciali